rassegna stampa Penultimo Paesaggio

Penultimo Paesaggio, Amore in Bianco e Nero

di Francesco Gallo | ANSA

ROMA, 6 DIC – In uno spartano bianco e nero e con dialoghi minimalisti arriva nelle sale lunedì, distribuito da Movimento Film, ‘Penultimo paesaggio’ il rarefatto omaggio al cinema-cinema di Fabrizio Ferraro.

Con le musiche di Vivaldi, Bach e Paolo Fresu, il film registra in una Parigi geometrica e silenziosa la storia di un uomo (Luciano Levrone) e una donna (Simona Rossi) che si sono conosciuti grazie a un incontro al buio e continuano a vedersi e ad amarsi in uno squallido appartamento-ufficio senza neppure un quadro alla parete.

Molte immagini fisse su questa coppia che, pur essendo di origine italiana, preferisce parlare inglese. “Voglio cominciare a sentirmi felice – dice a un certo punto la donna -. E smettere di vedere i telegiornali“. E lui a lei:”Sono un pessimo investimento Non credo nel futuro dell’umanità. Spogliatevi e guardatevi allo specchio siete così per il denaro“.

All’interno di questa storia che non può che ricordare un casto ‘Ultimo tango a Parigi’, e che vive più di silenzi che di parole, tante immagini della città nel suo ordinario vivere e anche la consapevolezza della mappatura di una metropoli legata
alle differenze sociali.

Ci hanno insegnato a pensare la regia – spiega il regista autore di molti documentari tra cui ‘Ethos’ presentato all’ultimo Festival di Torino – come il punto di partenza e di arrivo e di un film; questa idea chiusa e imperiale si sgretola da sé una volta che si affaccia fuori dal set, e penso che non sia per la leggenda del cinema collettivo, ma per una pratica frammentata in una costruzione molteplice che cambia continuamente“.

E ancora Fabrizio Ferraro”per questo film si nega un po’ alla rappresentazione, all’intreccio narrativo, ma vive ogni secondo in bilico tra ciò che poteva essere e ciò che invece sarà: il film si è costruito in un cambiamento continuo, in un’apertura
continua alla vita e al mondo che cambiava in ogni istante…“.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...