Nella Tempesta di Shakespeare

Con “Nella tempesta di Shakespeare” proponiamo l’ennesima tappa di un esperimento non ancora chiuso. La nostra ricerca continua nella sperimentazione delle capacità creative  dell’individuo, in grado di produrre     immagini,    gesti,    frasi nell’edificazione      continua   di   una della realtà.

E la parola. Questa volta di senso, che per noi è sempre un senso incompiuto.

Nella tempesta di Shakespeare. Dodici uomini e donne fanno esperienza della loro tempesta. Una scena scarna con pochissimi oggetti riempita solo dai corpi. Dalle parole. Dai vuoti.

E la tempesta. Ma “La Tempesta”, quella di Shakespeare, non c’è più. In un percorso astratto, gettati nel gorgo della sperimentazione, le parole, con i corpi prendono il largo. Nel mare agitato. Il mito, la magia, questo noi siamo. Non abbiamo paura a dirci l’orrido.

La Compagnia Teatrale del Centro Diurno

La Voce della Luna

prova a prendere congedo dalle Istituzioni e si proietta verso la libertà inaudita dell’arte.

Nella Tempesta di Shakespeare

Nella Tempesta di Shakespeare

Nella Tempesta di Shakespeare

 

 

 

 

 

regia Nino Pizza

con Viviana Alibrandi / Doriana Brugnoni / Francesco Colombraro / Andrea Ferraro / Maria Galatro / Salvatore Gambilonghi / Vincenzo Giorgi / Carmela Lavorato / Mario Mei / Simona Pellegrini / Federico Petrucci / Diana Pucci / Marta Reggio / Gianluca Santucci / Caterina Stillitano / Leonardo Viola

messa in scena del suono Marcello Fagiani

supervisione Anna Cacciotti

produzione Coop. Soc. Passepartout

Annunci

One thought on “Nella Tempesta di Shakespeare

  1. Pingback: 2010 in review « boudu*

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...